Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

Il Paese di Saturnia : Informazioni

Saturnia è un piccolo borgo della Maremma Toscana, frazione del comune di Manciano.

La cittadina di Saturnia è celebre internazionalmente per le sue terme di acqua solfurea a 37,5°C.

Il borgo di Saturnia ha origini molto antiche, risulta infatti che il territorio fosse abitato già nell’Epoca del Bronzo e che in Epoca Etrusca siano sorti i primi insediamenti, dei quali rimangono oggi a testimonianza alcune Necropoli datate VIII secolo a.C.

In epoca romana la città di Saturnia venne eretta a sede amministrativa e prefettura, per divenire, nel 183 a.C. Colonia.

In epoca medievale il controllo su Saturnia viene esercitato dagli Aldobrandeschi, per passare poi agli Orsini, già signori della Contea di Pitigliano.

Nel primo decennio del XV secolo, Saturnia viene conquistata dai Senesi, per passare poi, nel 1593, alla famiglia dei Medici, sotto il Granducato di Toscana.


Cosa Visitare

Chiesa di Santa Maria Maddalena

Saturnia è un borgo ricco di storia e fascino, la Chiesa di Santa Maria Maddalena è certamente una delle sue costruzioni più simboliche.

La Chiesa di Santa Maria Maddalena è la principale dell’abitato, si tratta di un edificio molto antico, probabilmente antecedente al 1188.

L’aspetto attuale dell’edificio è dovuto al restauro attuato nel 1933.

All’interno della chiesa si trovano alcune pregevoli opere, tra cui il dipinto della Madonna col Bambino fra San Sebastiano e Santa Maria Maddalena, di Benvenuto di Giovanni, risalente alla fine del 1400.

Molto interessante il tabernacolo con le immagini di Santa Chiara e Santa Elisabetta d’Ungheria, e due croci in legno del 1700.

Rocca Aldobrandesca

Nota anche come Castello Ciacci, la Rocca Aldobrandesca sorge in prossimità di Porta Romana, a Saturnia.

La Rocca degli Aldobrandeschi venne edificata alla fine del XII secolo dalla famiglia degli Aldobrandeschi.

Nel corso del XV secolo la rocca venne parzialmente danneggiata e furono i senesi ad occuparsi della sua ristrutturazione.

Si tratta di una struttura fortificata con una imponente cinta muraria a circondarla, si compone di due torri angolari, aggiunte in epoca senese.

All’interno della rocca sorge il Castello Ciacci, costruzione edificata dall’omonima famiglia negli anni ’20, durante il periodi fascista.

La Rocca Aldobrandesca è sede del Museo Archeologico.

Cinta Muraria

La cinta muraria di Saturnia venne edificata in origine dall’Impero Romano, nel II secolo a.C., a partire precedente struttura difensiva di epoca etrusca.

La cinta muraria sorse a difesa del borgo di Saturnia, che sorgeva lungo il tracciato dell’antica Via Clodia.

Nella struttura originaria sorgevano quattro porte di acceso, delle quali oggi rimane la principale Porta Romana, ancora in ottimo stato di conservazione.

La cinta muraria venne modificata e fortificata dagli Aldobrandeschi nel XIII secolo.

In epoca senese, nel corso del XV secolo, le mura vennero ricostruite quasi completamente.

Terme di Saturnia

Le Terme di Saturnia sono senza alcun dubbio l’attrazione più bella della Maremma Toscana.

Terme di acqua solfurea che fuoriesce dalla sorgente naturale ad una temperatura di 37,5°C, con una portata di 500 l/s.

Le acque delle terme di saturnia hanno importanti proprietà benefiche, a livello dermatologico, circolatorio, depurativo.

L’acqua termale nasce sul Monte Amiata e lungo il suo percorso sotterraneo si arricchisce di minerali ed elementi benefici che le conferiscono le straordinarie proprietà per cui è divenuta celebre in tutto il mondo.

Le Cascate del Mulino, spesso chiamate semplicemente “Cascatelle” sono un luogo magico, qui la cascata ha scavato nella roccia calcarea sottostante, piccole piscine naturali, nelle quali è possibile immergersi e rilassarsi, godendo del benessere delle acque e del panorama della Maremma.

All’interno del complesso termale, sono presenti alcune piscine, una piscina di acqua sorgiva, idromassaggio, percorsi in acqua, centro benessere e campo da golf.

Necropoli del Puntone Saturnia

La Necropoli del Puntone sorge fuori dal paese di Saturnia, in località Pian di Palma, lungo le rive del fiume Albegna.

Si tratta di una delle più importanti testimonianze della presenza etrusca sul territorio.

La Necropoli del Puntone viene datata VII-V secolo a.C.

All’interno della necropoli si trovano tombe a tumulo, con un dromos e la camera funeriaria divisa in due zone distinte.