Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

Il Paese di Sorano : Informazioni

Borgo della Maremma Toscana, Sorano è uno dei principali centri dell’Area del Tufo.

La storia del borgo di Sorano inizia in epoca medievale, la cittadina nacque come possedimento della famiglia degli Orsini anche se esistono importanti testimonianze circa l’esistenza di insediamenti sul territorio già in epoca etrusca.

In seguito al matrimonio ma gli eredi delle famiglie Orsini e Aldobrandeschi, il borgo passò alla famiglia Orsini, sotto la Contea di Pitigliano.

Nel XV secolo Sorano venne conquistato dai Senesi, che detennero il potere per un secolo circa, fino al 1600, quando il territorio venne annesso al Granducato di Toscana, sotto il potere dei Medici di Firenze.


Cosa Visitare

Chiesa di San Niccolò

La Collegiata di San Niccolò è la chiesa più importante di Sorano.

La chiesa sorse nel 1276 in stile romanico, anche se l’aspetto attuale è dovuto all’opera di restauro attuata nel corso del 1500.

Nel 1509 la chiesa viene innalzata a collegiata.

L’interno della chiesa è diviso n due navate, ed è a croce latina irregolare.

Molto interessanti le opere custodite all’interno della Collegiata di San Niccolò tra cui le vesti di Papa Giovanni Paolo II e un dipinto raffigurante San Giuseppe col Bambino, del 1884, realizzato da Pietro Aldi.

Palazzo Orsini

Affiancato alla Collegiata di San Niccolò, il Palazzo Orsini di Sorano è uno degli edifici più antichi del borgo.

Il palazzo sorse nella seconda metà del XIII secolo e svolse la funzione di residenza ufficiale della famiglia Orsini.

Il Palazzo Orsini ha svolto il ruolo di residenza della famiglia Orsini per circa due secoli, nel XV secolo infatti, gli Orsini si trasferirono nella fortezza Orsini.

Al palazzo si accede attraverso un portale che conduce ad un cortile interno, l’edificio si compone di tre piani, caratteristico il loggiato e lo stemma della famiglia Orsini.

Cinta Muraria

La cinta muraria di Sorano risale al periodo medievale e circonda tutto il borgo antico.

Originariamente le mura vennero edificate dagli aldobrandeschi nel corso del 1100, gli Orsini, in epoca rinascimentale attuarono opere di fortificazione del sistema difensivo.

Oggi le mura di Sorano si presentano in buono stato di conservazione, con due grandi fortificazioni, la Fortezza Orsini e il Masso Leopoldino e due porte di accesso Porta di Sopra e Porta dei Merli.

Porta di Sopra sorge ai piedi della Fortezza Orsini.

Porta dei Merli è nota anche con il nome di Porta di Sotto e sorge ai Piedi del Masso Leopoldino.

Fortezza Orsini

La Fortezza Orsini è una fortificazione che si trova a Sorano, in posizione predominante rispetto il centro abitato.

Nata con il nome di Rocca Aldobrandesca nel XII secolo, la fortezza svolse in origine la funzione di residenza ufficiale della famiglia Aldobrandeschi, venne poi ereditata dagli Orsini nel 1200 che si occuparono del suo restauro ed ampliamento.

Altri lavori vennero effettuati nel corso del XVI secolo.

La fortezza si compone di vari livelli e varie parti, il castello, la torre, il complesso cinquecentesco.

Il castello era la storica residenza dei signori, e comprendeva il fossato e le cortine murarie, all’interno del castello, sono recentemente stati rinvenuti affreschi di scuola senese del XVI secolo.

La torre è la parte più antica della fortezza e faceva parte dell’originaria rocca aldobrandesca.

Il complesso cinquecentesco della fortezza si trova nell’area ovest della fortezza e venne ristrutturato in stile neoclassico.

All’interno della Fortezza Orsini ha sede il Museo del Medioevo e del Rinascimento.

Masso Leopoldino

Il Masso Leopoldino è una delle fortificazioni del borgo di Sorano.

Struttura fortificata che sorge di fronte alla Fortezza Orsini, il Masso Leopoldino è noto anche con il nome di Rocca Vecchia.

L’origine del Masso Leopoldino risale al periodo medievale e si collegava alla Torre dell’Orologio, la struttura veniva utilizzata come avamposto di avvistamento e come rifugio per la popolazione in caso di assedio.

All’interno della fortificazione si trovava anche la Chiesa di Santa Caterina, edificata in epoca rinascimentale.

Museo del Medioevo e del Rinascimento

Il Museo del Medioevo e del Rinascimento ha sede all’interno della Fortezza Orsini di Pitigliano.

Inaugurato nel 1996 il museo si divide in sette sale, ed espone una collezione di circa 90 ceramiche medievali e rinascimentali che provengono da tutta l’Area del Tufo.

Vi sono esposte ciotole, boccette per il profumo, brocche, alcune delle ceramiche più importanti risalgono al XVI-XVII secolo.

Nella torre ottagonale alla quale si accede direttamente dal museo, si trovano alcuni pregevoli affreschi tra cui due scene mitologiche : Il Suidicio di Didone e una scena tratta dall’Eneide, inoltre un affresco che ritrae uno spartito musicale, con note e testo della canzone Io Mi Son Giovinetta, tratta dal Decamerone di Boccaccio, l’affresco viene fatto risalire al 1540-1560.